Archivi tag: video

L’odore della carta

Lascia un commento

Archiviato in brevi

I pali sono il punto debole degli occhiali di Google

Ieri Google ha presentato i suoi occhiale speciali per la realtà aumentata. Ha realizzato un bello spot di presentazione – che potete vedere qui. In poche ore, però, c’è chi ha cercato di immaginare le conseguenze spiacevoli della nuova tecnologia. Tom Scott, per esempio, ha fatto una riuscita parodia del video ufficiale della Grande G in cui la “realtà aumentata” mostra il suo lato oscuro.

 

Lascia un commento

Archiviato in Google

MAYA! 2012! FINE DEL MONDO!

Questo video, realizzato da CGP Grey, è la cosa più bella che abbia mai visto sul 2012 e la febbre dell’apocalisse Maya. Ironico e cattivo (specie nei confronti di History Channel, che ultimamente si occupa di Ufo e Yeti con grande scioltezza) è una bella doccia fredda per gli homini sapiens sapiens che non vedono l’ora di morire sulla base di premonizioni zoppe vergate da popolazioni antiche.

(Qui trovate la trascrizione completa.)

Volete qualche buona ragione per preoccuparvi e pensare alla fine dell’umanità? Ne abbiamo parlato pochi giorni fa su Studio. E buon anno, il 2013 arriverà.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Il dramma dei contenuti ‘speciali’ delle riviste per iPad

Il più bel pezzo della settimana, per ora, è quello di David Owen sul New Yorker: un viaggio nell’industria degli abiti eleganti et antiproiettile. Nella versione per iPad del settimanale c’è anche un video in cui Owen si fa sparare in pancia dal produttore colombiando di vestiti bulletproof.

Pare però che il filmato non sia disponibile in rete: è un peccato, perché creare contenuti speciali per un medium è cosa buona e giusta ma quando si tratta di informazioni che farebbero comodo anche al normale-cittadino-senza-iPad, dovrebbero diventare di dominio pubblico.

Spesso i giornali versione tablet offrono foto aggiuntive da guardare ‘sfogliando’ lo schermo: è il classico caso di aggiuntina speciale ad hoc per una tecnologia nuova, che si vuole lanciare. Ma in questo caso – o, ancora, nel caso di Businessweek, che su iPad offre un video settimanale in cui i due grafici della rivista spiegano la genesi della copertina – i dati aggiuntivi sono meravigliosamente informativi.

Nel caso del colpo di pistola al giornalista, l’effetto è stato forte: stavo leggendo un articolo di un tizio che diceva di essersi fatto sparare da un uomo senza sentire nulla, ed ecco che, cliccando, ho potuto vedere il video della scena.

Si tratta di quel genere di cose che varrebbe la pena mostrare a tutti, senza creare club esclusivi all’interno del pubblico delle riviste.

1 Commento

Archiviato in iPad

Fare cose con i Captcha

http://www.slatev.com/media/swfs/SlateGroupPlayer.swf

Lascia un commento

Archiviato in web

Google’s Commerce Fantasy

Stai guidando e il tuo telefono in qualche modo capisce che hai bisogno di pantaloni. E sa che da quelle parti c’è un negozio di pantaloni. Ti ci guida, il commesso sa già la misura di cui hai bisogno. Paghi i pantaloni col cellulare. Ed esci.

Il futuro di Google secondo Eric Schimdt, Ceo di Google (via TechCrunch).

Lascia un commento

Archiviato in Google

“Niente video dei fischi alla Moratti, ci spiace. In compenso, ecco dei gattini”

La notizia degli spettatori del Giro d’Italia che fischiano Letizia Moratti ha avuto un’eco enorme, giustamente. Tutti i giornali la citano, nessuno offre un video (o una foto) dell’accaduto. Una cosa normale (fino a pochi anni fa era la prassi) ma in tempi in cui tutto è ripreso, fotografato e condiviso su YouTube in tempo reale, fa strano dover leggere una notizia senza vederla. Dall’Undici Settembre siamo ufficialmente abituati a vedere ciò di cui leggiamo. Una trasformazione che fa del bene all’informazione ma che in casi del genere ci trasforma in tanti san Tommaso.

Possibile che nessuno avesse un cellulare lì a portata di mano?

 

Lascia un commento

Archiviato in giornalismo, new media