Archivi tag: magazine

Innovation Issue

Il New York Times Magazine di questa settimana, in uscita domenica, è tutto dedicato all’innovazione e ha quattro copertine diverse, per cui sono stati creati dei nuovi loghi per la testata, in modo da produrre quattro copertine totalmente diverse le une dalle altre, e dalle precedenti.

Delle otto “finaliste” le quattro vincitrici sono molto diverse tra loro, le potete vedere di seguito.

Ogni copertina è ispirata a una delle 32 innovazioni che nel futuro ci cambieranno la vita: 32 invenzioni dai gattini-robot all’alcol anti-sbronza che potete leggere quiQui invece l’art department del giornale spiega l’origine dell’innovation issue, e com’è stato progettato.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in cover

L’avete letto l’ultimo numero di Inspire?

Al Qaeda, l’organizzazione terroristica fondata Osama bin Laden, ha un magazine online con cui diffonde i suoi folli ideali. Ne abbiamo parlato oggi sul sito di Studio, visto che è da poco uscito il nuovo numero (dove c’è anche un LOL). Trovate tutto qui.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rotocalchi su schermo

The Verge è un fantastico sito di news su internet e la tecnologia che ha aperto poche settimane fa. Ecco alcune letture scelte per chi non lo conoscesse e volesse soprattutto gustarsi la sua (rivoluzionaria) grafica: un bell’articolo su KickStarter pieno di multimedia; un pezzo sulla Timeline di Facebook; una storia per immagini dell’iOS di Apple.

Un sito che a mio avviso, insieme ad altri esperimenti solo online, sta secondo rivoluzionando la grafica per le news sulla rete.  Prendiamo The Morning News, magazine culturale, che come The Verge ha modificato la struttura delle proprie pagine web mettendo il flusso di testo al centro della pagina, a dimensioni maggiori, e corredandolo di testi, immagini e video. Il risultato finale è simile a quello che si prova sfogliando una tradizionale rivista cartacea: le parole che si uniscono alle foto, per non appesantire il tutto.

Anche internet sta subendo la stessa innovazione grafica che ha interessato a suo tempo la stampa. All’inizio era il regno del piombo: parole strette e sole, con qualche saltuaria immagine a corredarle; poi le innovazioni tecnologiche hanno permesso di aggiungere materiale alle pagine, ravvivandole e migliorandole. The Verge e Morning News sono tra i maggiori rappresentanti di questa svolta che – a mio avviso – sta interessando l’editoria online e credo influenzerà sempre più testate digitali che, essendo tali, devono puntare alla massima qualità di lettura per l’utente. Non è più tempo per colonnine di testo con qualche foto sparsa come intermezzo, dato che lo schermo permette la fusione tra media diversi. Ne vedremo delle belle.

(Il progetto grafico per The Verge è firmato Code and Theory, studio che ha lavorato anche per The Daily Beast – e si vede -, Dr. Pepper e Vogue. Mica cotica.)

Lascia un commento

Archiviato in giornalismo, grafica

Come sono cambiati i magazine per iPad?

© Reuters (dall'Atlantic Wire)

L’ottimo Adam Clark Estes dell’Atlantic Wire ha scritto la storia di come le edizioni per iPad dei magazine si sono evolute e si stanno evolvendo). Dall’enriched PDF di Zinio a quelle cose spettacolarmente complicate à la Condé Nast. Pezzo che tira le fila di un discorso che portiamo avanti da parecchio.

1 Commento

Archiviato in iPad

“Every minute, every hour”

Il magazine del New York Times, in uscita domani, sembra promettere un gran bene, a giudicare dalla copertina. C’è il reportage dalla Libia, a cui è dedicata, e – tra le altre cose – un pezzo sulla lunga vita delle soap opera che sembra interessante.

Lascia un commento

Archiviato in giornalismo

Sembra ieri, sembra un secolo fa

Il New York Magazine e il decimo anniversario del 9/11. Un’enciclopedia su quel tragico giorno e le sue conseguenze. E un numero speciale dalla rivista della città ferita dieci anni fa.

Lascia un commento

Archiviato in giornalismo

Bella foto

Non c’entra niente ma ecco la copertina del New York Times Magazine di questa settimana. Qui l’articolo di riferimento.

Lascia un commento

Archiviato in giornalismo