Archivi tag: berlusconi

Contro Repubblica.it /2 – Lezioni di stile

In questo momento (mercoledì 9 novembre 2011 alle 17,40 circa) la homepage di repubblica.it appare così:

Un tripudio incomprensibile di link (nessun video, nessuna foto, nessun gusto). Solo parole azzurre da cliccare in un ambiente incomprensibile dove il click è l’unica speranza per capire qualcosa. Per il resto, a una lettura superficiale, l’home è un guazzabuglio in cui c’entrano dei politici.

Voi direte: su, non fare così, non riprendere il discorso contro Repubblica.it, oggi è una giornata particolare (MOLTO particolare) e la redazione deve spiegare ai suoi lettori cosa sta succedendo alla  persona che tanto sta loro antipatica. D’accordo, giornata storica. Molte cose da dire, molti link, direte voi. Ma facciamo un confronto semplice semplice. Prendiamo ad esempio un’altra giornata storica – lievemente più storica di quella odierna – e prendiamo un’altra edizione online di quotidiano – lievemente più autorevole di Repubblica.it/Cronaca Vera.

Questa è l’apertura del New York Times nelle ore in cui lo spoglio finale dei voti delle elezioni del 2008 aveva confermato la vittoria di Barack Obama.

Ripetiamo: Barack Obama. Appena eletto presidente degli Usa. Dopo due anni di campagna elettorale tra primarie e quant’altro. Dopo otto anni di G. W. Bush. Il primo presidente nero. Ebbene, quel giorno, Nytimes.com apriva così.

update

E questa invece è l’apertura del NYT.com in una giornata epocale, quella della cattura e uccisione di Osama Bin Laden.

Lascia un commento

Archiviato in giornalismo

La foto del giorno

Vincenzo Pinto/Agence France-Presse - Getty Images | dal NYTimes.com

Lascia un commento

Archiviato in fotografia

Il caso Santoro-La7 e Internet

Se fosse vero quanto scritto dal Fatto Quotidiano, il riassunto della vicenda Santoro-Telecom sarebbe il seguente: La7 (posseduta da Telecom Media e quindi da Telecom Italia) ha detto no a Santoro perché altrimenti il Governo Berlusconi si sarebbe “vendicato” con l’azienda aprendo il mercato delle connessioni telefoniche e web. Così ci ritroviamo senza Santoro in TV (possiamo sopravvivere benissimo) e con un mercato del settore infrastrutture tecnologiche chiuso as usual.

Yuppie.

Lascia un commento

Archiviato in politica

La nuova copertina dell’Economist su Berlusconi

Still unfit to lead Italy

Quattordici (14) pagine sull’Italia di Berlusconi. La scorsa settimana lo stesso spazio era dedicato all’Australia, descritta come the next golden state. A noi va un po’ peggio. Dopo il Basta Bunga Bunga del New Yorker, ecco un’altra batosta mediatica internazionale (l’ennesima — non è una novità) per Berlusconi. E tutti noi.

Qui il corsivo che accompagna il report; qui invece una sua parte, con mappe e grafici.

update

Stefano Menichini su Twitter nota che il Corriere della Sera ha edulcorato il titolo: “screwed non vuol dire ‘fregato'”, precisa. Vuol dire proprio “fottuto”. Rende meglio l’idea.

1 Commento

Archiviato in giornalismo