Mr. Polaroid, l’uomo che spinse Steve Jobs a diventare Steve Jobs

Nella sua intervista a Playboy del 1985, Steve Jobs confessò il proprio amore e la propria ammirazione per Edwin H. Land, fondatore della Polaroid. La sua figura di imprenditore, carismatica, estroversa e rivoluzionaria ha aiutato Jobs a diventare l’uomo che procurava orgasmi geek a ogni keynote della Apple. Jobs era affascinato soprattutto dalla portata rivoluzionaria degli oggetti Polaroid, gadget essenziali di cui nessuno aveva mai sentito il bisogno – proprio come quelli Apple.

Copyright J.J.Scarpetti.

I due condividevano la stessa convinzione: inseguire il pubblico non ha senso perché – Steve docet – “il pubblico non sa cosa vuole finché non glielo si dà”. Il New York Times ha dedicato un bell’articolo a Land tutto basato sulle somiglianze tra Apple e Polaroid. Christopher Bonanos, autore del pezzo, ricorda quando i due fenomeni si incontrarono:

Land stava dicendo: “Riuscivo a vedere cosa sarebbe stata la Polaroid. Per me era reale come ce l’avessi avuta davanti agli occhi, ancor prima che ne costruissi una”. E Steve disse: “Yeah, è proprio quello che mi è successo col Macintosh”. (…) Non c’era alcun modo di fare una ricerca di mercato al riguardo, quindi dovetti crearlo e poi mostralo alla gente e dire: “Che ne pensate adesso?”.

Jobs e Land (due cognomi banali per due persone hungry and foolish) hanno condiviso anche una sorte simile poiché entrambi furono di fatto cacciati (o messi in condizione di andarsene) dalla società che avevano fondato. Il precedente di Jobs lo conosciamo ormai a memoria, quello di Land un po’ meno ma è piuttosto simile. Solo che l’uomo della Polaroid uscì dall’azienda alla veneranda età di 70 anni, Steve da giovane.

Il parallelismo tra i due continua: successi incredibili e in grado di cambiare il mondo; tonfi indimenticabili (Lisa per Apple; Polavision per Polaroid); la stessa ricerca estetica; le stesse presentazioni-show con tanto di musica dal vivo, nel caso di Land; la stessa capacità di rendere il lusso pop, popissimo.

I due condividevano anche una convinzione che farebbe venire il tetano a parecchi studenti di economia e marketing, sintetizzata in questa massima di Land: “Le ricerche di mercato è quello che si fa quando il tuo prodotto non è abbastanza buono”.

***

A riguardo: Tutti gli articoli-da-leggere su Steve Jobs, la Apple e l’Apple-pensiero.

1 Commento

Archiviato in Apple

Una risposta a “Mr. Polaroid, l’uomo che spinse Steve Jobs a diventare Steve Jobs

  1. Pingback: Tutto quello che dovreste leggere riguardo Steve Jobs e la sua Apple (se avete del tempo) « gootenberg

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...