È facile dire “special issue”

Steve Jobs se ne è andato (non lo sapevate?) e i magazine americani si sono sfidati a colpi di special issue. Time, Newsweek, g2 del Guardian, l’Economist (solo la copertina, non tutto il numero). Ma pare che il meglio riuscito sia quello di Bloomberg Businessweek. Tante foto, grandi e belle, una photogallery su carta per un issue che sembra, secondo The Social Costumer, “un libro da salotto, una biografia, un memoriale. Un tributo”. Un lavoro squisitamente grafico, che Jobs avrebbe apprezzato.

Il numero è diviso in tre parti. Biblico. L’ascesa, la caduta e il ritorno.

Di seguito la copertina e alcune foto:

1 Commento

Archiviato in grafica

Una risposta a “È facile dire “special issue”

  1. Pingback: Bloomberg Businessweek e le copertine salvavita « gootenberg

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...