Agricoltura in crisi su Farmville

Come aveva già segnalato Businessweek qualche mese fa, Zynga, la società di social gaming che ha creato Famville, Mafia Wars ecc., ha un sistema di business bizzarro. I suoi giochi sono gratuiti e il grosso dei proventi derivano da prodotti e servizi digitali ‘speciali’, che gli utenti acquistano per velocizzare e migliorare le giocate.

Stando a un ex dipendente dell’azienda, intervistato dal settimanale statunitense, però, meno del 10% degli utenti Zynga pagano per tali prodotti. E l’uno percento dei loro utenti (l’1%!) è responsabile di un quarto o addirittura della metà dei guadagni della società.

Raccolto magro

Un business model piuttosto gracile, che ha costretto da tempo la società a inseguire gli utenti paganti (detti Whales, “balene”) a spendere sempre di più. Una caccia alla balena che non deve aver avuto un grande successo, stando al report pubblicato da Gamasutra, che segnala un crollo dei profitti di Zynga pari al 95% rispetto all’anno precedente. Da 27,2 milioni di dollari a 1,3. Una batosta.

Spulciando i dati con Betable, si può intuire l’entità del disastro: tutti i settori societari sono in crisi. La vendita pubblicitaria è scesa del 4% rispetto al trimestre precedente e anche gli utenti attivi quotidiani danno un bel mal di pancia, essendo calati della stessa percentuale, da 62 a 59 milioni.

"Bye bye, Zynga" da Betable.com

Che succede, Zynga? Il modello aziendale è sbagliato e va cambiato al più presto o il problema è strutturale, ovvero l‘effetto-pecorella non dà più l’effetto di un tempo?

Lascia un commento

Archiviato in videogame

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...