La nuova copertina dell’Economist su Berlusconi

Still unfit to lead Italy

Quattordici (14) pagine sull’Italia di Berlusconi. La scorsa settimana lo stesso spazio era dedicato all’Australia, descritta come the next golden state. A noi va un po’ peggio. Dopo il Basta Bunga Bunga del New Yorker, ecco un’altra batosta mediatica internazionale (l’ennesima — non è una novità) per Berlusconi. E tutti noi.

Qui il corsivo che accompagna il report; qui invece una sua parte, con mappe e grafici.

update

Stefano Menichini su Twitter nota che il Corriere della Sera ha edulcorato il titolo: “screwed non vuol dire ‘fregato'”, precisa. Vuol dire proprio “fottuto”. Rende meglio l’idea.

1 Commento

Archiviato in giornalismo

Una risposta a “La nuova copertina dell’Economist su Berlusconi

  1. dicksick

    Quanta stanchezza e sconforto ci toccherà ereditare per costruire un futuro…. Magari fosse un impulso di rabbia ad accendere la miccia delle nostre passioni, ma se in 20 anni abbiamo permesso di tutto… Non credo la colpa sia solo di S. B., anzi. La colpa è nostra. Il fatto di essere a sua immagine e somiglianza, in quanto a mentalità e pensieri, si è rivoltato contro di noi come un boomerang. Ma nessuno ha mai mosso un dito, se non alle urne, votando politici in cui non si credeva.
    A volte mi chiedo quanto labile sia il confine tra l’enorme pazienza e la stupidità.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...