La responsabilità: il classico Made in Italy

I Responsabili (sic)

Si riconosce il fondo del barile quando il tragicomico smette di procurare risa e uno Scilipoti diventa il cardine di un governo. I Responsabili, nickname del gruppo Iniziativa Responsabile, hanno ben poco dell’aggettivo di cui si foderano il bavero. Tra sospetti di compravendite e rimpasti che non saziano mai il gargarozzo, IR hsi è impossessata di un bel concetto — la responsabilità — e l’ha rimodellato ad immagine e somiglianza di Razzi.

La cosa ha fatto poco scandalo in Italia, dove le parole sono contenitori vuoti da riempire con materiale di ripiego, e dove a poco è servito il monito di Nanni Moretti (“Le parole sono importanti!”) a salvarci da un lessico mutante, OGM, trasformista come chi lo inventa e usa. Negli USA è invece bastato che Arnold Schwarzenegger e Anthony Weiner, entrambi protagonisti di scandali sessuali più o meno social, si dicessero “totalmente responsabili” delle loro azioni (e “per il dolore che ho causato”, nelle parole dell’ex attore) che National Public Radio si chiedesse: ma come si permettono di sporcare una parola bella come responsabilità?

La responsabilità non deve forse includere la volontà per avere peso? Cosa vuol dire se non si ha altra scelta?

La responsabilità va a braccetto con la coscienza: ne è una conseguenza. Le parole, come tutte le cose importanti, sono fragili e vanno difese da chi ne abusa. Abbiamo perso fin troppi concetti per strada (libertà, Italia, famiglia, giustizia) per poterci giocare anche quest’ultimo: anche perché per uscire da tutto questo dovremmo fare appello al nostro senso di responsabilità. Ci servirà, quella parola. Non possiamo sciuparla.

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Lascia un commento

Archiviato in politica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...