The Chimurenga Chronicle: il giornale di due anni fa, oggi

Chimurenga è una rivista d’arte, cultura e politica fondata a Città del Capo da Kalakuta Trust e Ntone Edjabe nel 2002. Organizza eventi, programmi radio e pubblica una serie di riviste e pubblicazioni parallele a quella principale, sintomi di come il formato-rivista stia da sempre stretto al gruppo che ci lavora. Che, per ricordare una violenta rivolta xenofoba del Sud Africa avvenuta nel 2008, ha avuto un’idea bizzarra..

Quando si dice “slow journalism”

The Chirumenga Chronicle è uno strano giornale. Pur uscendo in questi giorni, è retrodatato alla settimana tra il 18 e 24 maggio 2008 (la settimana in cui gli scontri xenofobi iniziarono) per fingere comtemporaneità agli eventi, sfruttando a proprio favore il senno di poi: un’occasione per riscrivere di una storia tragica e rimasta sulla pelle dei sudafricani, senza cedere alla frenesia dei mass media del tutto-e-subito-e-presto.

Ma è anche un pretesto per rivedere il concetto di quotidiano, affidandolo alle

migliori menti e i più grandi talenti del nostro tempo — giornalisti e direttori, scrittori, studioso, fotografi, illustratori e artisti da tutto il mondo — per lavorare sul formato e capire quanto belli e importanti possono essere i giornali ai giorni d’oggi.

Il progetto è stato sovvenzionato da altri gruppi editoriali africani, organizzazioni come Medicins Sans Frontieres, il Goethe Institute, tutte interessate alla missione del giornale, per il quale, spiegano gli ideatori:

questa non è soltanto una commemorazione. È anche una seconda opportunità di fornire la profondità di cronaca e analisi che avrebbero dovuto esserci durante quei giorni. Il nostro obiettivo è di rianimare la Storia — per domandare cosa si sarebbe potuto fare — ma anche fornire uno spazio per rivedere il presente e ri-sognare il futuro.

Chirumenga è sicuramente un progetto battagliero (il nome della rivista è una parola Shona dello Zimbawe che significa “moto di liberazione”) ma riesce nell’intento artistico di criticare la carta stampata (“cronaca e analisi che avrebbero dovuto esserci in quei giorni”) con una risposta giornalistica nuova e interessante — per quanto consciamente provocatoria. Ripensare la Storia (non riscriverla) è un modo per tenerla vicina, viva, e ricordare i momenti importanti di un popolo. Il giornalismo-boomerang del Chirumenga Chronicle riesce a coniugare amore per il proprio paese, politica e passione per la cronaca. Il tutto con una vesta grafica affascinante e gli articoli scritti a mano.

Prima pagina

Sfoglio interno

Articolone d'approfondimento

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Lascia un commento

Archiviato in giornalismo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...