Kurt Vonnegut e l’equazione di Cenerentola

Miss ya

La National Public Radio riprende lo studio delle storie fatto dal compianto Kurt Vonnegut con tanto di video (imperdibile) in cui spiega la fiaba Cenerentola usando ascisse e coordinate. In Italia il brano al riguardo è stato pubblicato in Un uomo senza Patria, delizioso volumetto edito da minimum fax.

Di seguito il grafico dell'”Uomo in fondo al pozzo”.

Man in hole

Ed ecco in cosa consiste:

Questo è un tipo di storia che vi capiterà di vedere in continuazione. Al pubblico piace da morire, e il copyright non è di nessuno. La storia si intitola “L’uomo in fondo al pozzo” ma non c’è bisogno che parli veramente di un uomo né di un pozzo. Funziona così: una persona si mette nei guai, ma po riesce a tirarsene fuori.

Un altro grafico-storia è “Lui incontra lei” (o viceversa — o quel diavolo che volete, basta che due soggetti si incontrino):

"Oh no, shit!"

È così: qualcuno, una persona normalissima, un giorno qualunque, si imbatte in qualcosa di straordinario: “Accidenti, questa è la mia giornata fortunata!” Ma poi: “Oh, no, merda!” E poi la parabola risale.

E infine il modello “Cinderella” (Cenerentola): la storia di una bella ragazza esasperata dalla sorelle e da una matrigna gemera, che la lasciano sola, triste e coperta di fuliggine mentre loro vanno al ricevimento del Principe. Ma arriva la fata madrina (linea che sale per gradi) che la trasforma in una meraviglia e la dota di un mezzo di trasporto eccezionale. La fata è però tassativa, per quanto riguarda la deadline: la mezzanotte del giorno stesso. Alla festa Cenerentola conosce il Principe, lui si innamora di lei ma tutto è rovinato dal coprifuoco, che costringe Cenerentola a scappare prima di trasformarsi nell’umile ragazzina che è. La bella scappa, il Principe non se ne capacità (linea che cade a picco). Poi, scarpette, piedini, eccetera. E la linea si rialza fino all’infinito — è il “tutti vissero felici e contenti” che, come l’infinito, in natura non esiste.

Cenerentola

P.S. Dimenticavo c’è anche il  modella della storia kafkiana (nel video non c’è, nel libro sì), che Vonnegut spiega con questo grafico kafkiano:

Così va la vita (cit.)

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...