Niente cene di classe, sono su Facebook

"Venite a vedere se il piccolo Billy è ancora un nerd!" "Già visto su Facebook, lo è ancora."

Le relazioni a distanza stanno cambiando sotto il peso dei social network e dei media digitali. Ne abbiamo già parlato riferendoci a Skype ma National Public Radio oggi entra nella discussione, scrivendo che anche le school reunion americane sono in crisi.

Negli USA, complice la vastità del territorio e il diverso sistema scolastico, queste reunion sono un vero business, gestito da società che organizzano rimpatriate e mantengono i contatti tra gli ex-compagni di scuola.

Come Great Unions, per esempio, il cui CEO Mark Silva denuncia il forte calo nel volume degli affari: la curiosità che animava le reunions fino a qualche anno fa (“Chissà che cosa fa ora Mark? E Sally sarà ancora carina come a 20 anni?”) è stata polverizzata dai social network, che consentono di rimanere in contatto e aggiornarsi giorno per giorno sulla vita dei vecchi amici.

Facebook, infatti, contiene informazioni su tutti noi: situazione sentimentale, professionale, passioni, foto, video e idiosincrasie. Se si vuole sapere che fine ha fatto il nostro compagno di banco delle elementari, è sufficente cercarlo nel social network (o magari seguirlo su Twitter) e saziare. A questo punto a che serve prendere un aereo per rivederlo?

Una convinzione superficiale che Mark Silva e i suoi colleghi cercano di sfatare:

Ci sono molte persone che pensando che Facebook sia sufficente e non vogliono riunirsi agli altri. Be’, noi cerchiamo di educarli riguardo, potremmo dire, le relazioni personali.

Le rimpatriate si svolgono quindi sul web e la tendenza comincia a pesare sulle reunion tradizionali. Joanna Erdos, vice presidente dell’associazione degli alunni della John Marshall High School di Los Angeles, denucia la crisi nel settore con i dati delle ultime serate: se dieci anni fa erano circa 250 le persone che si ritrovavano dieci anni dopo la fine della scuola, ultimamente il numero si è più dimezzato.

Dati che parlano chiaro: solo 94 persone per l’ultima reunion. Ma ha sentito di serate in cui si sono ritrovate solo in 43.

La colpa crediamo sia della nostalgia: era il motore delle reunion vecchio stile ma ora è stata debellata (almeno in parte) dalla Rete, che permette di spalmare l’emozione di una cena di classe giorno per giorno, rendendo il ritrovo dal vivo di fatto poco attraente e noioso. Una grana in più che si può evitare taggando la foto dell’annuario e leggendo i commenti dei vecchi colleghi, senza pensare alla gioia che potrebbe dare un incontro reale.

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Lascia un commento

Archiviato in progresso

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...