Come fondare Tumblr a 20 anni e vivere felici

David Karp, CEO di Tumblr

Un ragazzo straordinario, David Karp. A 15 anni lascia il liceo per andare a Tokio a seguire UrbanBaby, poi, nel 2007, appena ventenne, si inventa Tumblr che in tre anni si trasforma nel 39esimo sito più visto della Rete. Intervistato da Newsweek Karp spiega il motivo del successo della sua creatura, un sistema di microblogging che ha reso possibile una condivide materiale multimediale con una facilità estrema, quasi elementare (a differenza di YouTube e Flickr, focalizzati su un singolo media). Tumblr è nato da questa semplice idea e inizialmente il giovane non pensava di porterci fare un business. In realtà il sito si è evoluto molto nella sua pur breve esistenza acquisendo caratteristiche strada facendo, grazie all’intervento di tutti quelli che ci lavorano.

Ciò che abbiamo di unico è che non abbiamo programmato nulla in funzione di sembrare un social network ma comunque abbiamo una piattaforma di pubblicazione che è diventato una rete di contenuti e stanno emergendo le prime community. Attualmente abbiamo tratti in comune con i social network e abbiamo una serie di potenzialità che inizialmente non avevo previsto.

Forte dei suoi 30.000 nuovi utenti giornalieri, Tumblr gode della fama di prodotto di nicchia che non disdegna d’apparire di massa. Lontano dai fasti di Facebook e meno cool di Twitter, il sito naviga in acque tranquille e più sperimentali. Gli unici problemi rimangono quelli tecnici (questa settimana il sito ha avuto un blocco di quasi 24 ore, il più pesante della sua storia) e i cosidetti “ladri di tumblr“, utenti che tradiscono la legge del reblogging pubblicando contenuti altrui senza indicarne la fonte (per i quali è nato un profilo apposito). Per il resto gli iscirtti si dimostrano più che soddisfatti – al massimo lamentano una dipendenza misteriosa e le ore di tempo che il sito è in grado di risucchiare.

Banner sul recente black-out di Tumblr, by onlytakingturns

Progetti per il futuro?

David Karp guarda al futuro, da bravo ventenne per il quale la vita è appena iniziata.

La cosa che mi interessa di più è avere l’opportunità di costruire prodotti per centinaia di milioni di persone. Mi auguro anche di espandere i nostri dipendenti dai 20 ai 60 entro la fine del prossimo anno. Non ho idea di dove andremo afinire. Nel giro di dieci anni potrei trasformare Tumblr in un nuovo, folle new media, magari solo liberamente ispirato a Tumblr ma che si espanda verso nuovi categorie, come fa la Apple.

Non ci resta che aspettare e tenerlo d’occhio. D’altronde, tra dieci anni, il CEO avrà appena 34 anni.

(Ecco il suo tumblr)

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...