Il futuro secondo Ray Kurzweil

di Rick Friedman / Corbis

 

Il numero di Time di questa settimana è uno stupendo riassunto della prima decade del nuovo millennio: dal duello Bush-Gore a Obama, passando per l’undici settembre. Un’edizione proiettata verso il futuro che nella consueta rubrica “10 Questions” ospita lo scrittore futurista Ray Kurzweil, teorico della singolarità. Che dipinge in modo molto affascinante cosa ci può aspettare dagli anni venturi dal punto di vista tecnologico.

C’è futuro e futuro

La nostra visione del futuro è lineare. Ma la realtà della tecnologia dell’informazione è esponenziale, e ciò è una bella differenza. Se io prendo trenta punti lineraremente, arrivo fino a 30. Se prendo 30 punti esponenzialmente, raggiungo il milione.

Finally cyborg

I computer continueranno a farsi sempre più piccoli. Alla fine, andranno nei nostri corpi e cervelli per renderci più sani e intelligenti. Saremmo perennemente online. (…) Riprogrammeremo la nostra biologia. Il mio telefono cellulare si sta probabilmente aggiornando mentre noi parliamo, ma io sono dotato ancora di un software di mille anni fa, di un’era diversa. Un gene, il recettore dell’insulina, dice: “Tienti stretta ogni caloria perché la prossima stagione di caccia potrebbe non andare così bene”. Mi piacerebbe essere in grado di “dire” al mio gene recettore dell’insulina: “Non hai bisogno di farlo, confido di avere del cibo un domani”.

Un pranzo bizzarro

Cresceremo carne clonata in vitro in fabbriche computerizzate. Molte persone dicono: “È ripugnante”. Io dico, “Be’ allora perché non visiti una fattoria industriale? Capirai che prendere la carne dagli essere viventi è ripugnante“.

Gli alieni? Siamo noi

Il consesso del settore dice che da qualche parte c’è dalle mille al milione di civiltà avanzate solo nella nostra galassia. Ma una volta giunti ad un livello come il nostro, entro al massimo qualche secolo, queste civiltà si espanderebbero in tutta la galassia. Impossibile non averle notate. Dunque la mia conclusione è che potremmo essere noi, i primi.

Continua a leggere sul sito del Time

Guarda il video dell’intervista su time.com

 

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

.

Lascia un commento

Archiviato in hi-tech

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...